pettodipolloDi recente è stato scoperto che sul mercato erano presenti del pollo e altri prodotti contenenti il batterio della salmonella. Come riporta l'articolo de Il Giornale, da qui è scattata l'operazione Hell’s Chicken, da cui sono emerse irregolarità nei controlli sui prodotti alimentari. L'operazione, condotta dai Carabinieri del Nas di Bologna, ha portato a 6 veterinari e 2 dirigenti indagati. 

 

"Da questa accusa è scattata l’operazione dei Carabinieri del Nas di Bologna che hanno notificato l’avviso di conclusione di indagini a carico di sei medici veterinari dell'Ausl di Cesena e due dirigenti di una nota industria alimentare con sede a Cesena. Nell’indagine, denominata Hell’s Chicken, sono emerse irregolarità e inadempimenti nella catena dei controlli. I veterinari sono accusati di falso ideologico in atti pubblici per aver rilasciato false attestazioni di controlli e campionamenti che non avevano fatto personalmente. L'indagine "si è sviluppata a seguito di una serie di controlli effettuati dal Nas nella sede dell’industria e nella catena di commercializzazione, sui prodotti alimentari di origine avicola posti in commercio e che avevano fatto riscontrare ripetute irregolarità per la presenza costante del batterio salmonella nei prodotti finiti". Positività, spiegano gli inquirenti, "che denotavano una carente conduzione gestionale dello stabilimento e facevano sorgere sospetti sulle attività di vigilanza e controllo dell’ufficio veterinario pubblico con sede nello stesso". Le indagini, chiariscono gli inquirenti, "hanno fatto emergere una irregolarità nella conduzione dell’attività industriale, inadempimenti e violazioni a carico dei vari Veterinari Pubblici incaricati del controllo e della vigilanza sanitaria". In particolare sono stati accertati, spiegano dall'Arma, i reati di "falso ideologico in atti pubblici, avendo i veterinari pubblici attestato falsamente di aver proceduto ad attività di controllo e campionamento di fatto non effettuati personalmente, abuso d’ufficio e omissioni in atti d’ufficio, non avendo proceduto all’adozione di provvedimenti sanitari necessari ed indispensabili per la tutela della salute dei consumatori ed, infine, omessa comunicazione alla magistratura di fatti costituenti reato"."

Per evitare questi pericolosi eventi è necessario che tutte le fasi della filiera alimentare seguano degli standard igienici elevatissimi, oltre che i prodotti debbano essere controllati in modo minuzioso. I rivestimenti Pure Health assicurano una sanificazione continua, 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Grazie al Biossido di Titanio contenuto al loro interno, approvato dalla Food and Drugs Administration, essi garantiscono tre caratteristiche fondamentali: sono autosanificanti, autopulenti e antibatterici! Realizziamo magazzini, locali di produzione e stoccaggio, celle frigorifere e mezzi di trasporto, garantendo una sanificazione efficace e continua, anche in presenza di persone.

Go to top
JSN Boot template designed by JoomlaShine.com